Liceo Scientifico "A. Genoino"
via Ernesto Di Marino, 12 - Cava de' Tirreni (SA) -- Tel. e Fax 089.464459 - email:saps09000c@istruzione.it

Iscrizioni alunni 2019-20

PON 2014 - 2020

Registro elettronico

Stazione Meteo e Webcam Liceo Genoino

Camera Live Image

Veduta di Cava e del Monte Castello dal Liceo Scientifico Genoino

Stazione Meteo
Dati meteo e studio climatico
Diretta streaming
 
Accesso biblioteca
WebMail
Sicurezza

Credits

Dirigente Responsabile
Dirigente Scolastico 
Prof.ssa Stefania Lombardi


Responsabili del sito web
Prof. Giuseppe Di Giuseppe
Prof.ssa Maria Fausta Santoro


Realizzazione grafica e struttura sito web
Ass. Tecnico Pietro Capuano





Bussola della Trasparenza

25 novembre 2017 Lavori classi 1^E e 2^E


In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, gli alunni delle classi I^E e 2^E, guidate dalla prof.ssa Paola Bucciarelli, hanno riflettuto molto, analizzando le origini del fenomeno e chiedendosi cosa, nel loro quotidiano, possono fare per porre fine alla violenza e a ogni comportamento aggressivo e discriminatorio.
L’iniziativa conferma l’attenzione che istituzioni e società devono e vogliono dare al tema della violenza contro le donne, fenomeno strutturale che, per essere contrastato, richiede l’impegno di tutte e tutti – a partire proprio dagli uomini – in modo tale da produrre un reale cambiamento culturale, di atteggiamenti e di comportamenti. Un impegno, questo, che vede la scuola in primo piano, anche grazie al Piano per l’educazione al rispetto e alle Linee guida per la parità tra i sessi e contro la violenza di genere, previste dalla legge 107/2015, presentate dal Miur lo scorso 27 ottobre. Questi i lavori realizzati:

Guarda il video realizzato dagli alunni della classe 1^E

Guarda il video realizzato dagli alunni della classe 2^E

Giornata contro violenza sulle donne

Educazione alla legalità a.s. 2016/2017


Giornata della Memoria e dell’impegno
in ricordo delle vittime delle mafie


Dal 1996  Libera ha dichiarato il giorno 21 marzo giornata dedicata al ricordo e alla celebrazione delle vittime di mafia. Il 21 marzo, quando la natura si risveglia e si colora della bellezza dei fiori che ricominciano a sbocciare, risboccia simbolicamente anche la bellezza della verità e della giustizia sociale. Luoghi di speranza, testimoni di bellezza è stato  il tema che ha fatto da filo conduttore da nord a sud della penisola, 4000  le piazze in tutta Italia che , con il primo sole della primavera, hanno reso omaggio a tutte le vittime innocenti uccise per mano delle mafie.Il nostro Liceo ha organizzato due intensi momenti di riflessione e di attiva partecipazione a questa importante iniziativa.

Gli studenti della classe V C, accompagnati  dalla prof.ssa Maria Antonietta Chirico, hanno partecipato al corteo della memoria svoltosi nella periferia est di Napoli, a Ponticelli. Il luogo scelto è stato il Parco Conocal, che ha regalato uno scacco matto alla violenza, all’abbandono e alla marginalizzazione di cui era stato teatro negli ultimi anni: “Mamme, bambini, attivisti di Libera e delle associazioni locali, cittadini del quartiere hanno promosso due giorni di rigenerazione urbana, installazioni di aiuole, disegni e colori per dire che il Parco Conocal non è diverso da altri luoghi, che non è condannato all’abbandono e all’oblio”.

Referenti progetto:
prof.ssa Angela Di Gennaro e prof.ssa Marinella De Stefano

"Giornata della legalità" 21/03/2017 "A testa alta" 1/06/2017.  Leggi...



Educazione alla legalità a.s. 2015/2016

Legambiente è nata nel 1980, erede dei primi nuclei ecologisti e del movimento antinucleare che si sviluppò in Italia e in tutto il mondo occidentale nella seconda metà degli anni ’70. Tratto distintivo dell’associazione è stato fin dall'inizio l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili. L'approccio scientifico, unito a un costante lavoro di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini, ha garantito il profondo radicamento di Legambiente nella società fino a farne l’organizzazione ambientalista con la diffusione più capillare sul territorio: oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. 


Incontro dibattito degli alunni del nostro Liceo con il Presidente regionale di Legambiente, Dott. Michele Buonomo sul tema “Legalità e ambiente”. 

 

     
         

 

Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale. Dal 1996, ogni anno in una città diversa, viene letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un'emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Per questo motivo è un dovere civile ricordarli tutti. Per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell'Italia intera.


Il nostro Liceo ha partecipato al corteo in memoria delle vittime della criminalità organizzato dall’Associazione Libera a Salerno.


 

Concorso “Donne e violenza: conoscere per prevenire e prevenire per non curare”, promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità della Provincia di Salerno, guidato da Pina Esposito. Il 29/5/2016 dopo la proiezione dei filmati vincitori, il Presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, l’assessore provinciale Pina Esposito, il Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone, il Questore di Salerno, Antonio De Iesu, il Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania, Elisabetta Garzo,  il comandante provinciale dei Carabinieri, Riccardo Piermarini, la delegata dell’Asl Salerno, Maria Gabriella De Silvio, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Salerno, Renato Pagliara e il giornalista Franco Esposito, presidente della Commissione di valutazione, hanno proclamato le scuole vincitrici del concorso che prevedeva la realizzazione di filmati sul tema di grande attualità. Terzo classificato il Liceo Scientifico “Genoino A.” di Cava de’ Tirreni con le classi II D, IV D e V A. La finalità del progetto portato nelle scuole superiori di secondo grado del territorio dalla Provincia di Salerno è stata quella di stimolare la creatività degli studenti attraverso la realizzazione di elaborati artistici(tecniche multimediali e cine-televisive), che hanno denunciato ogni forma di violenza fisica, sessuale, psicologica, economica, stalking, minacce e intimidazioni sulle donne.


 

Organizzazione di Corsi di potenziamento di Diritto rivolti agli alunni del Triennio, in orario pomeridiano, tenuti dalla prof.ssa Battuello.