Liceo Scientifico "A. Genoino"
via Ernesto Di Marino, 12 - Cava de' Tirreni (SA) -- Tel. e Fax 089.464459 - email:saps09000c@istruzione.it

Iscrizioni alunni 2019-20

PON 2014 - 2020

Registro elettronico

Stazione Meteo e Webcam Liceo Genoino

Camera Live Image

Veduta di Cava e del Monte Castello dal Liceo Scientifico Genoino

Stazione Meteo
Dati meteo e studio climatico
Diretta streaming
 
Accesso biblioteca
WebMail
Sicurezza

Credits

Dirigente Responsabile
Dirigente Scolastico 
Prof.ssa Stefania Lombardi


Responsabili del sito web
Prof. Giuseppe Di Giuseppe
Prof.ssa Maria Fausta Santoro


Realizzazione grafica e struttura sito web
Ass. Tecnico Pietro Capuano





Bussola della Trasparenza

Comunicato stampa

 Città di Cava de' Tirreni 

Carlo Catuogno. Il gesto della Pittura
dipinti e ceramiche
 
Complesso Monumentale Santa Maria del Rifugio
P.zza San Francesco

Cava de’ Tirreni    11.01.> 11.02.2014
 
Inaugurazione sabato 11 gennaio ore 18,00
 

Sospensione del giudizio

SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO
a.s. 2014/2015

Calendario verifiche - Calendario scrutini


SCRITTI


Lunedì 24 Agosto 2015


ORE   08:30 – 10:00

FISICA – SCIENZE - STORIA DELL’ARTE

 

ORE   11:00 – 12:30

LATINO – INGLESE – INFORMATICA   

  



Martedì 25 Agosto 2015


ORE   08:30 – 10:30

ITALIANO - MATEMATICA

 


ORALI

 

Martedì 25 Agosto 2015

 

 ORE 15:30 – 18:30








SCRUTINI



Mercoledì 26 Agosto 2015

  

1I     

1C    

2C    

3C    

1D   

2D   

1B   

2B   

3B   

ore 08:30 – 09:00

ore 09:00 – 09:15

ore 09:15 – 09:45

ore 09:45 – 10:00

ore 10:00 – 10:30

ore 10:30 – 11:00

ore 11:00 – 11:15

ore 11:15 – 11:30

ore 11:30 – 12:00





Giovedì 27 Agosto 2015

 

1A    

2A    

1H   

3H    

1G    

2G    

4G    

ore 08:30 – 09:00

ore 09:00 – 09:30

ore 09:30 – 10:00

ore 10:00 – 10:30

ore 10:30 – 11:15

ore 11:15 – 12:00

ore 12:00 – 12:30

 



 Venerdì 28 Agosto 2015

1E

2E

3E

4E

1F

2F

3F

4F

    

ore 08:30 – 08:45

ore 08:45 – 09:15

ore 09:15 – 09:30

ore 09:30 – 09:45

ore 09:45 – 10:15

ore 10:15 – 10:45

ore 10:45 – 11:15

ore 11:15 – 11:45

     

 

       

                                                                                              
Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Maria Olmina D’Arienzo
   

 

          
 

Contesto

CAVA DE' TIRRENI: UNA STORIA DA VIVERE


Cava de' Tirreni si trova in Campania, tra Napoli a Salerno. Ha una vita millenaria, ricca di storia, di tradizio
ni, di cultura.

E' una delle poche città al mondo in cui la periferia è più antica del Centro. Infatti i primi nuclei sono nati nei villaggi tra le colline, dove si producevano soprattutto prodotti tessili. Poi, con la costruzione della strada a fondo valle, si sviluppò nel XV secolo il Borgo, con le case in alto e le botteghe sotto i portici.

Questi sono il simbolo di Cava ed ideale punto di collegamento tra presente, passato e futuro. Caso unico nel Sud dell'Italia, coronano per circa un chilometro il corso principale. Ricordiamo gli anni d'oro dei secoli XV e XVI, quando Cava ebbe un superbo sviluppo nella produzione e nel commercio di prodotti tessili e divenne rinomata in tutto il Mediterraneo. Con i loro ricchi negozi e vetrine degne di una metropoli, oggi i portici sono il luogo di un Centro Storico shopping, frequentato anche da molti cittadini non cavesi. In loro c'è il germe della Cava commerciale e turistica del 2000.
A Cava è piacevole vivere, ma è anche dolce fare una visita oppure una semplice passeggiata. Infatti, posta al centro di una verde vallata, ha meritato il titolo di "Piccola Svizzera del Sud". Trovandosi a soli quattro chilometri dal mare, è considerata la "porta della Costiera Amalfitana". Per questi motivi tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento è stata luogo di notevolissima rinomanza turistica internazionale.

Sui colli, troneggia la millenaria Abbazia Benedettina della SS. Trinità, per secoli faro di religione, politica e cultura. In essa ancora oggi è possibile trovare preziosissimi ed antichi cimeli

Al centro della vallata, il Castello di S. Adiutore emana il sapore di cruenti scontri tra Francesi e Spagnoli e di mistiche processioni per scongiurare devastanti pestilenze. Fatti ai quali è ispirato il folklore della Sagra di Montecastello e della Disfida dei Trombonieri, che ogni anno richiama moltissimi turisti e dalle cui strutture sono nati i caratteristici Gruppi dei Trombonieri e degli Sbandieratori, ormai ben conosciuti anche all'estero. Solo per fare degli esempi, hanno rappresentato ufficialmente l'Italia ai Mondiali di calcio di USA '94 e Parigi '98, oltre che agli Europei di Londra '96. Hanno poi fatto parte del seguito ufficiale del Presidente Cossiga in Australia e del Presidente Scalfaro all'EXPO '92 di Sevilla.

Cava è, quindi, una cittadina che, al di là dei problemi sociali ed economici che pure aleggiano quotidianamente, riesce sempre a trovare il suo sorriso. Ed a regalarlo ad ospiti e cittadini.

Carta dei servizi


La Carta dei servizi è pubblicata in Amministrazione Trasparente. Il link disponibile sotto reindirizza alla pagina dedicata


Carta dei servizi
 
Leggi nella sezione dedicata... 

Liceo Genoino

La storia del Liceo




Negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, molti ragazzi e ragazze di Cava de’ Tirreni, di Vietri sul Mare, di Nocera Superiore, di Roccapiemonte, di Siano e di zone limitrofe, erano costretti ad andare a Salerno, con il treno o altri mezzi di trasporto, per poter frequentare il Liceo scientifico dove c’era, allora, il solo liceo scientifico “Giovanni da Procida”, dislocato in vari edifici insufficienti e disagiati. L’amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni, nel corso dell’anno scolastico 1968/’69, avanzò, più volte, la richiesta ufficiale al Provveditore agli Studi di Salerno, al Ministro della Pubblica Istruzione ed al preside.


Negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, molti ragazzi e ragazze di Cava de’ Tirreni, di Vietri sul Mare, di Nocera Superiore, di Roccapiemonte, di Siano e di zone limitrofe, erano costretti ad andare a Salerno, con il treno o altri mezzi di trasporto, per poter frequentare il Liceo scientifico dove c’era, allora, il solo liceo scientifico “Giovanni da Procida”, dislocato in vari edifici insufficienti e disagiati. L’amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni, nel corso dell’anno scolastico 1968/’69, avanzò, più volte, la richiesta ufficiale al Provveditore agli Studi di Salerno, al Ministro della Pubblica Istruzione ed al preside.


La richiesta raggiunse il suo scopo il 1° ottobre 1969, quando iniziarono le lezioni del Liceo Scientifico di Cava, come sezione staccata, con 104 alunni suddivisi in 4 classi; tale numero si sviluppò, nell’arco di cinque anni, da 104 a 421 come segue:

    Anno scolastico 1969/1970: 4 classi per 104 alunni; la maggioranza dei ragazzi erano residenti a Cava, ma l’istituto ne raccoglieva da Vietri sul Mare, Nocera Superiore, Roccapiemonte e Siano.

  • Anno scolastico 1970/1971: 7 classi per 206 alunni.

  • Anno scolastico 1971/1972: 11 classi per 301 alunni.

  • Anno scolastico 1972/1973: 14 classi per 347 alunni.

  • Anno scolastico 1973/1974: 16 classi per 421 alunni.

Nell’anno scolastico 1974/1975 il liceo scientifico di Cava si staccò da quello di Salerno diventando Liceo Scientifico Statale “Andrea Genoino” (dal nome di un illustre storico e filosofo cavese vissuto nel secolo scorso) e divenendo presto un grosso istituto con oltre 1.000 alunni e 80 insegnanti distribuiti in 8 sezioni e 40 classi.

La presidenza della sezione staccata era, ovviamente, affidata a quella del liceo salernitano, prof. Emilio Di Leo, che scelse, come fiduciario a Cava, il prof. Vincenzo Cammarano. Con la raggiunta autonomia, nel 1974 divenne preside titolare il prof. Luigi Brescia Morra a cui successero il prof. Vincenzo Cammarano (preside facente funzione dal 1975 al 1977), il prof. Donato Cosimato (1977/’78), il prof. Mauro Prisco (1978/’79), il prof. Cesare De Sio (1979/’80), la prof.ssa Emilia Persiano (1990/2009), la prof.ssa Maria Olmina D’Arienzo (2009/2018) ed infine la prof.ssa Stefania Lombardi, attualmente alla guida dell’istituto, a cui è stato affidato dall’anno scolastico 2018/’19, il più grosso istituto della cittadina.

Sottocategorie